Venerdì 16 Giugno 2017

Il locale apre al pubblico alle ore 20:00 (17:00 la domenica)
Il concerto inizia alle ore 21:30 (18:30 la domenica)

  • Ingresso con tessera ARCI
  • Contributo attività: € 10,00

Le Rane di Testaccio è un’associazione e perciò è necessario fare la tessera di socio (ARCI).
La tessera per il 2017  è valida in tutti i circoli ARCI nazionali fino a ottobre 2017

Nel locale tutti i prodotti (anche surgelati) sono di qualità ed i prezzi sono comunque contenuti.

Ingresso a numero limitato, 100 posti

Ore 21:30

La classe di canto Jazz del Conservatorio Licinio Refice guidata da Rossana Casale presenta:
OMAGGIO A BESSIE SMITH

Giorgio Quaglieri (chitarra)
Danilo Raponi (sax)
Oscar Cherici (contrabbasso)
Alessandro Forte (batteria)
Simone Dicarlo/Lorenzo Nanni (pianoforte)
Roberto Iadanza (pianoforte)

Voci:

Chiara Stroia
Sarah D’Arienzo
Azzurra Lupo
Roberta Frioni
Sabrina Pizziconi
Roberta Rullo
Viviana Ullo
Chiara Perciballi
Giulia Marinelli

La classe di canto Jazz del Conservatorio Licinio Refice, quest’anno guidata dalla Prof. Rossana Casale, in collaborazione con il Direttore e tutto il Dipartimento Jazz, presenta un tributo a Bessie Smith.
Il progetto, nato da un’idea della Prof. Rossana Casale, nei prossimi mesi toccherà tappe importanti come lo storico Liri Blues Festival. Bessie Smith, nata a Chattanooga nel 1894, viene considerata madre del blues e fonte d’ispirazione per le più grandi cantanti jazz, blues e rock blues del ‘900, come Billie Holiday, Ella Fitzgerald, Janis Joplin e tante altre. Bessie Smith, con la sua voce potente e calda, la sua capacità interpretativa unica e intensa e il suo timbro pieno e rassicurante, riesce ad essere trasgressiva e mai volgare.
“L’imperatrice del Blues”, perfetta sintesi tra il blues rurale delle origini e il blues urbanizzato, pone le basi per lo sviluppo della musica afroamericana del novecento.
“Ascoltare i suoi brani più conosciuti, reinterpretati da giovani bravissime cantanti jazz,  ci fa capire non solo quanto sia importante mantenere la sua conoscenza, ma ci fa anche percepire la sua grandezza e personalità ispiratrice.” Rossana Casale